Home / Ingegneria / Sisma bonus 2018: ecco cosa devi sapere
detrazioni sisma bonus 2018

Sisma bonus 2018: ecco cosa devi sapere

Sisma bonus 2018: ecco cosa devi sapere

Tra i bonus fiscali previsti per il 2018, tra i più interessanti c’è il “sisma bonus”, pensato per mettere in sicurezza antisismica le case e gli edifici collocati nelle zone sismiche di alta pericolosità, ovvero zone 1, 2 e 3.

Sono esclusi dal bonus invece gli edifici in zona 4 che possono comunque usufruire del bonus ristrutturazione “standard” del 50%, in scadenza a fine del 2018.

Cos’è il sisma bonus?

Per i contribuenti che eseguono tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, il sisma bonus offre interventi per l’adozione di misure antisismiche sugli edifici  e la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute dalle imposte sui redditi.

Fra le spese che si possono detrarre rientrano anche quelle riguardo la classificazione e la verifica didmica degli immobili.

Chi può usufruire del Sisma Bonus?

Si può sfruttare questa detrazione per interventi sulla pirma e seconda casa, sugli immobili adibiti ad attività produttiva e sulle parti comuni dei condomini.

L’adeguamento sismico poi deve essere certificato regolarmente.

Un’agevolazione rivolta sia ai contribuenti soggetti all’imposta sulle persone fisiche (Irpef), sia a quelli soggetti all’imposta sul reddito delle società (Ires).

Sismabonus: aliquote e spesa massima

La detrazione d’imposta Irpef per gli adeguamenti sismici è del 50%, con la possibilità di salire al 70% se dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico, determinando il passaggio ad una classe di rischio inferiore.

Infine la detrazione arriva all’80% se l’intervento riguarda il passaggio di ben due classi inferiori.

Il tetto massimo di spesa però è di 96.000 euro, molto basso se prendiamo in considerazione capannoni e attività produttive.

Sisma Bonus: la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico

La legge di Bilancio , da quest’anno prevede un grande sconto per le attività combinate di messa in sicurezza dal rischio sismicoe riqualificazione energetica di edifici condominiali collocati delle zone 1,2 e 3.

Sarà infatti possibile richiedere una detrazione dell’80% se i lavori portano una classe di rischio inferiore e una detrazione dell’85% se si migliora di due classi.

La detrazione viene applicata su un importo non superiore ai 136.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari dell’edificio, recuperato in 10 quote annuali dello stesso importo.

Queste sono azioni che possono essere richeiste in alternativa al sisma bonus per edifici condominiali ed alle detrazioni per la riqulificazione energetica degli stessi.

Sisma Bonus per le case popolari

Le nuove detrazioni previste dalla legge di Bilancio, possono essere usufruite anche da:

  • Istituti autonomi per le case popolari;
  • Enti aventi le stessi finalità sociali dei predetti istituti.

 

Usufruisci delle detrazioni con Studio Pulga: esperti nella progettazione e ristrutturazione case.

Affidati alla grande esperienza dei nostri architetti e progettisti per rinnovare la tua casa.

Riguardo A Studio Pulga Team

Studio Pulga Team
Studio Pulga ha costituito dagli inizi degli anni 70 un patrimonio progettuale articolato ed esteso nei settori dell’ingegneria civile, industriale dei ponti e delle strutture in vari materiali. Ci avvaliamo dei più moderni ed efficaci strumenti operativi e siamo in grado di svolgere progettazioni esecutive, opere di elevato impatto e impegno tecnico. Collaboriamo con società di costruzioni leader nel territorio dando vita a partnership importanti nei settori dell'ingegneria strutturale e civile, soprattutto per quanto riguardano le costruzioni in acciaio.

Guarda Anche

ristrutturazione casa

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018 La legge di bilancio, ha prorogato al 31 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *