Home / Notizie / Ristrutturazione casa: le spese sono detraibili nel 2018

Ristrutturazione casa: le spese sono detraibili nel 2018

Ristrutturazione casa: le spese sono detraibili nel 2018

Buone notizie: le spese di ristrutturazione casa detribili che fruiscono dalla detrazione IRPEF pari al 50%, possono essere scaricabili nella dichiarazione dei redditi 2018 attraverso il modello 730 o il modello redditi ex Unico, essendo interventi di manutenzione di tipo ordinario e straordinario , di riqualificazione energetica, di ricostruzione post sismica, abbattimento delle barriere architettoniche, prevenendo il rischio sismico e di atti illeciti, al fine di aumentare la sicurezza in casa evitando infortuni domestici.

Quali sono le spese di ristrutturazione casa detraibili nella dichiarazione dei redditi 2018?

Le spese di ristrutturazione casa detraibili sono:

  • Spese di ristrutturazione fino al 25 giugno 2012: la detrazione è del 36% in un limite massimo di 48.000 euro a unità immobiliare.
  • Spese di ristrutturazione casa dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2018 con il bonus ristrutturazione 2018 , la detrazione è pari al 50% ed un limite massimo di spesa di 96.000 euro ad unità immobiliare.
  • Spese di ristrutturazione casa sostenute fino al 31 dicembre 2021: sismabonus 2018 e il nuovo bonus caldaia 2018.
  • Spese al 50% o 65% con e senza ristrutturazione grazie al Bonus condizionatori.
  • Spese di ristrutturazione fino al 31 dicembre 2018 per l’acquisto di mobili, dopo una ristrutturazione edile, di arredi con il Bonus  mobili ed elettrodomestici, la detrazione è pari al 50% ed un limite di spesa di 10.000 euro divisibile in 10 quopte annuali dello stesso importo. Per il 2018, i due bonus sono stati riconfermati.
  • Per quanto riguarda il recupero e il mantenimento del verde, è in arrivo il bonus verde giardini, terrazzi e balconi.
  • Agli interventi di risparmio energetico effettuati tra il 4 agosto 2013 e il 31 dicembre 2018, spettano le nuove detrazioni Ecobonus 2018.

Spese ristrutturazione casa detraibili: a chi spetta la detrazione al 50%?

I principali beneficiari delle detrazioni per le spese di ristrutturazione casa, mobili ed elettrodomestici e di risparmio energetico sono:

  • Il proprietario dell’immobile o Nudo proprietario;
  • Usufruttuario, affittuario o comodatario;
  • I socid id cooperative e di società semplici;
  • Gli imprenditori individuali se l’immobile della ristrutturazione e della detraizone non sia a fine strumentale o merce.

Inoltre, queste agevolazioni spettano anche:

  • Nel caso le autorizzazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione;
  • A coloro che acquistano un immobile ristrutturato che rientra nello sconto fiscale, le quote residuali della detrazione sono poi trasferite automaticamente al nuovo acquirente, salvo diverso accordo con il venditore;
  • A chi esegue la ristrutturazione in proprio, nel limite delle spese di acquisto dei materiali utilizzati;
  • Immobili in succesione: nel caso di decesso del proprietario che ha sostituito i costi della ristrutturazione, le quote della detrazione non ancora fruite possono essere fruite dall’erede che riceve in successione l’immobile, a patto che ne abbia l’immediata disponibilità , anche se lo stesso immobile non è la sua abitazione principale;
  • Trasferimento dell’affittuario o del comodatario: nel caso di cessazione del contratto di locazione o di comodato, l’agevolazione continua ad essere fruita  dall’inquilino che ha sostenuto le spese di ristrutturazione anche se ha lsciato l’abitazione.

Come va divisa la spesa massima di 96.000 euro?

La detrazione del  50% sulle spese di ristrutturazione va divisa in 10 quote annuali dello stesso importo, fino ad un limite di spesa di 96.000 euro, partendo dall’anno in cui vengono sostenute le spese.

Ad esempio, se i lavori di ristrutturazione sono iniziati nel 2017, la prima quota è detraibile a partire dalla dichiarazione dei redditi 2018, sia con il modello 730 che con il modello Unico.

Quali sono i lavori edili detraibili dalla dichiarazione dei redditi 2018?

Le spese di ristrutturazione casa detraibili nel 2018 su cui spetta la detrazione fiscale del 50%  per un massimo di spesa di 96.000 euro, secondo l’elenco lavori ristrutturazioni Agenzia delle Entrate, sono i seguenti:

  • Le spese elencate alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001, in cui rientrano lavori come manutenzione straordinaria, opere di restauto e risanamento conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia sulle singole unità immobiliari residenziali a prescindere dalla categoria catastale, la stessa agevolazione spetta anche sulle loro pertinenze.
  • Le spese elencate alle lettere a), b), c) e d), relative all’art.3 del Dpr 380/2001, in cui rientrano lavori di manutenzione sia ordinaria che straordinaria, di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuate sulle parti comuni di edifici residenziali.
  • Spese per la ricostruzione o per il ripristino di un immobile danneggiato dopo eventi calamitosi, così come quelli relativi  alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, anche a prorietà comune.

Quali sono le spese di ristrutturazione edilizia detraibili nel 2018?

In questa tipologia, rientrano tutti gli interventi al fine di realizzare una modifica dell’organismo edilizio in base a quello esistente.

Sono quindi compresi anche lavori di demolizione e di ricostruzione per mantenere lo stesso volume di superficie dell’edificio preesistente, salvo innovazioni necessarie per adeguare l’edificio in tema di norme antisismiche.

In modo specifico, ecco alcuni tipi di lavori agevolabili:

  • La costruzione di servizi igienici più grandi rispetto alla superficie e al volume già esistente;
  • Quegli interventi che modificano la destinazione  d’uso di edifici, in base alle leggi regionali e dalla normativa locale;
  • Interventi per trasformare i locali accessori residenziali;
  • Ampliamento delle superfici.

Studio Ruggero Pulga progetta la ristrutturazine della tua casa ed è sempre aggiornato sulle agevolazioni e detrazioni di cui puoi usufruire a seconda dei lavori in progetto.

Per qualsiasi richeista o informazione, non esitare a contattarci!

Riguardo A Studio Pulga Team

Studio Pulga Team
Studio Pulga ha costituito dagli inizi degli anni 70 un patrimonio progettuale articolato ed esteso nei settori dell’ingegneria civile, industriale dei ponti e delle strutture in vari materiali. Ci avvaliamo dei più moderni ed efficaci strumenti operativi e siamo in grado di svolgere progettazioni esecutive, opere di elevato impatto e impegno tecnico. Collaboriamo con società di costruzioni leader nel territorio dando vita a partnership importanti nei settori dell'ingegneria strutturale e civile, soprattutto per quanto riguardano le costruzioni in acciaio.

Guarda Anche

costruire un hotel Studio Ruggero Pulga

Costruire un albergo: i permessi e gli standard minimi

Costruire un albergo: i permessi e gli standard minimi La concessione edilizia per costruire un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *