Home / Curiosità / Costruire in zona agricola: come muoversi
costruire in zona agricola

Costruire in zona agricola: come muoversi

Costruire in zona agricola: come muoversi

Vuoi costruire in zona agricola ? aspetta, ci sono delle cose che dovresti sapere.

Leggi questo articolo per scoprire direttive per chi desidera erigere la propria abitazione in terreno agricolo.

Innanzitutto, la zona agricola di un territorio comunale è quella indicata dallo strumento urbanistico vigente con lettera E.

Infatti, il Piano Regolatore Generale o l’analogo piano urbanistico, suddivide il territorio in zone territoriali omogenee caratterizzate ognuna da una specifica destinazione e a loro volta suddivise in sottozone.

Così come definite dal decreto interministeriale 2 aprile 1968 n. 1444, le zone sono le seguenti:

zona A, centro storico
zona B, detta di completamento, parzialmente edificata
zona C, interessata da previsioni di espansioni dell’aggregato urbano
zona D, destinata agli insediamenti produttivi
zona E, destinata all’attività agricola
zona F, destinata a infrastrutture di interesse pubblico, come ospedali e impianti sportivi.

Destinare la parte di un territorio significa limitare l’attività edificatoria in tale area, in modo da salvaguardare l’ambiente mantenendo un equilibrio ottimale tra aree libere e aree costruite.

E’ possibile costruire in zona agricola la mia casa?

L’abitazione che si può costruire in zona agricola, deve avere i requisiti di una casa colonica, detta anche casa del contadino ed essere strettamente connessa all’esercizio di tale attività.

I requisiti necessari sono quindi i seguenti:

  • Il proprietario deve esercitare un’attività di imprenditore agricolo da almeno 3 anni;
  • La costruzione è consentita nei limiti previsti dallo strumento urbanistico vigente (massimo 0,03 metri cubi per metro quadro).

Per ogni zona è infatti fissato un indice di fabbricabilità, ovvero un rapporto tra il volume dell’edificio che si può costruire e la superficie del terreno.

Per fare un esempio, su un terreno di un ettaro (10.000 mq) sarà possibile costruire 300 metri cubi di fabbricato, corrispondenti più o meno a un’abitazione di 100 metri quadri di superficie.

Come si può facilmente intuire, quindi, la potenzialità edificatoria di un terreno agricolo è estremamente limitata, considerato lo scopo da perseguire che è proprio quello di salvaguardare l’ambiente e limitare l’attività edilizia in questa zona.

Inoltre, il limite di 0,03 mq/mc fissato a livello nazionale può essere modificato e ulteriormente ridotto a livello regionale e comunale.

Nel caso vi siano i requisiti previsti e si intende costruire una casa in zona agricola, sarà necessario, come per tutte le altre costruzioni, richiedere il relativo titolo abitativo, rappresentato quindi dal Permesso di Costruire.

Come sapere se un terreno è in zona agricola?

Per sapere in quale zona si trova il proprio terreno o quello che si intende acquistare, è necessario richiedere all’Ufficio Tecnico del Comune un certificato di destinazione urbanistica, da cui si potrà capire:

  • La zona in cui ricade il terreno;
  • L’indice di fabbricabilità previsto;
  • La presenza di eventuali vincoli gravanti.

Studio Ruggero Pulga, a Felonica in provincia di Mantova. progetta la tua casa a 360°, non dovrai preoccuparti di nessun “intrigo” perché il team si occuperà di ogni cosa dall’inizio alla fine, tu devi solo preoccuparti di avere la tua idea e i tuoi gusti, al resto ci pensiamo noi!

Per qualsiasi informazione o richiesta particolare per la tua casa, contatta lo Studio Ruggero Pulga:

scrivici

Save

Riguardo A Studio Pulga Team

Studio Pulga Team
Studio Pulga ha costituito dagli inizi degli anni 70 un patrimonio progettuale articolato ed esteso nei settori dell’ingegneria civile, industriale dei ponti e delle strutture in vari materiali. Ci avvaliamo dei più moderni ed efficaci strumenti operativi e siamo in grado di svolgere progettazioni esecutive, opere di elevato impatto e impegno tecnico. Collaboriamo con società di costruzioni leader nel territorio dando vita a partnership importanti nei settori dell'ingegneria strutturale e civile, soprattutto per quanto riguardano le costruzioni in acciaio.

Guarda Anche

ristrutturazione casa

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018 La legge di bilancio, ha prorogato al 31 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *