Home / Curiosità / Sismabonus 2017: quali detrazioni per la zona sismica 1?

Sismabonus 2017: quali detrazioni per la zona sismica 1?

Sismabonus 2017: quali detrazioni per la zona sismica 1?

La detrazione fiscale arriva fino all’ 85%. Ecco cosa prevede grazie al Sismabonus 2017, la Manovrina del Governo, approvata dal Parlamento e diventata legge, in merito all’acquisto da un’impresa di costruzione o ristrutturazione di un immobile demolito e ricostruito con criteri antisismici.

Il requisito principale? la casa deve essere acquistata in zona sismica 1.

Cosa prevede in merito la Manovrina del Governo?

Cos’è la zona sismica 1

Com’è stato dimostrato dalla storia, l’Italia ha un elevato rischio di terremoti e solo nel 2003 il nostro Paese è stato classificato in 4 diverse classi.

La zona 1 infatti è quella a maggiore rischio di scosse. Essa corrisponde, secondo le mappe dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia, alla fascia che percorre il Centro della penisola fino al Sud a forma di “J” e ad una parte del territorio del nord-Est.

Più specificatamente, essa comprende il territorio di Friuli Venezia Giulia e poi, scendendo, Abruzzo, Campania, Calabria.

Ci sono però anche altre regioni che purtroppo ci hanno insegnato quanto può essere drammatico un evento sismico. Secondo i geologi però non si trovano nelle zone maggiormente a rischio.

Cosa serve questa classifica? sicuramente non è stabilire che è il più sfortunato ma serve a capire le zone in cui è necessario costruire con certe logiche pensando all’alta probabilità di un terremoto.

Quali sono le agevolazioni dell’Ecobonus nella zona 1?

Perciò, per il sismabonus 2017, cosa prevede la Manovrina del Governo?

Innanzitutto, per poter usufruire delle agevolazioni, i lavori di demolizione o di ricostruzione (incluso l’ampliamento volumetrico) devono essere svolti da imprese di costruzione o ristrutturazione nei Comuni delle zone classificate a rischio sismico 1.

Completati i lavori, l’impresa ha 18 mesi di tempo per riuscire a vendere l’immobile.

A questo punto, chi lo acquista potrà usufruire di una detrazione sul prezzo di vendita pari a:

  • 75% se vi è un passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore;
  • 85% se c’è un passaggio di due classi di rischio inferiori;

Il limite massimo di spesa incentivabile è 96.000.

Ciò significa che, nel migliore dei casi, chi acquista con il Sismabonus 2017 può recuperare ben 81.600 euro sul prezzo di vendita, il che non è per niente poco!

Infine è possibile godere della detrazione oppure cedere il relativo credito di imposta all’impresa che ha realizzato i lavori o ad altri soggetti privati, purché essi siano istituti di credito o intermediari finanziari.

Studio Ruggero Pulga si occupa di progettazione strutturale post sisma e di coordinamento dei lavori. Tutt’ora si sta occupando della costruzione di alcune abitazioni a Gavello in provincia di Modena).

Sempre aggiornato sulle ultime normative, lo Studio è disponibile per qualsiasi informazione, richiesta o preventivo.

Riguardo A Studio Pulga Team

Studio Pulga Team
Studio Pulga ha costituito dagli inizi degli anni 70 un patrimonio progettuale articolato ed esteso nei settori dell’ingegneria civile, industriale dei ponti e delle strutture in vari materiali. Ci avvaliamo dei più moderni ed efficaci strumenti operativi e siamo in grado di svolgere progettazioni esecutive, opere di elevato impatto e impegno tecnico. Collaboriamo con società di costruzioni leader nel territorio dando vita a partnership importanti nei settori dell'ingegneria strutturale e civile, soprattutto per quanto riguardano le costruzioni in acciaio.

Guarda Anche

casa antisismica

Casa antisismica: come capire se la mia lo è?

Casa antisismica: come capire se la mia lo è? Hai il dubbio se la tua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *