Home / Ingegneria / Progettazione strutture in acciaio: i requisiti strutturali
progettazione strutture in acciaio

Progettazione strutture in acciaio: i requisiti strutturali

Progettazione strutture in acciaio: i requisiti strutturali

Studio Ruggero Pulga, nella fase di progettazione strutture in acciaio, sa bene come ogni opera di ingegneria civile, dal punto di vista strutturale deve soddisfare una serie di requisiti perché si possa definire una struttura completa e di qualità:

  • RESISTENZA MECCANICA E STABILITA’: le strutture in acciaio devono saper resistere ai carichi agenti in fase di esecuzione e di esercizio, rispettando i limiti imposti per le deformazioni;
  • FUNZIONALITÀ: l’opera deve garantire il proprio utilizzo  in maniera affidabile per tutto il suo ciclo di vita;
  • ROBUSTEZZA: nel caso di eventi eccezionali, i danni strutturali non devono essere esagerati rispetto alle cause scatenanti;
  • DURABILITÀ: le caratteristiche fisiche e meccaniche devono rimanere invariate per tutta la vita dell’opera;
  • RESISTENZA AL FUOCO: in caso di incendio, le capacità portanti dell’edificio non devono venir meno per un certo periodo di tempo, normalmente dipendente dalla destinazione d’uso dell’opera edile.

I criteri di progettazione strutture in acciaio

Dal punto di vista strutturale, è essenziale seguire una serie di criteri, per migliorare le prestazioni dell’oggetto edilizio che si sta progettando.

  • Semplicità: se la struttura è semplice sarà anche più semplice prevederne il comportamento;
  • Regolarità geometrica e simmetria della struttura:  quando una struttura in acciaio rispetta queste due condizioni, il suo comportamento meccanico è migliore;
  • Iperstaticità e ridondanza: è bene garantire queste “riserve” di resistenza, in modo da assicurare, in caso di collasso;
  • Prevedibilità nel tempo: è sempre necessario utilizzare materiali e componenti che non mutino il proprio comportamento al trascorrere del tempo;
  • Principio di precauzione:  materiali e componenti devono avere caratteristiche geometriche e meccaniche certe. Nel caso dell’acciaio, questo viene garantito dalla marcatura CE del prodotto.

Elementi strutturali degli schemi statici

Il progettista, dopo aver valutato le esigenze progettuali e le dimensioni in gioco, inizia a ideare uno schema statico. I passi da seguire sono:

  • Analisi delle esigenze progettuali;
  • Valutazioni delle dimensioni in gioco;
  • Ideazione di un iniziale schema statico e dei relativi carichi agenti;
  • Perfezionamento dello schema statico nella sua configurazione spaziale;
  • Scomposizione degli elementi dello schema statico, per assegnarne materiali e tipologia dei singoli componenti, individuando quella più efficiente;
  • Analisi strutturale vera e propria.

Per il calcolo strutturale, vengono analizzati gli elementi secondo questa sequenza:

  • Solai;
  • Travi e colonne;
  • Controventi.

Il team dello Studio Pulga è formato da ingegneri, geometri e disegnatori esperti nella progettazione e calcolo strutturale.

Per qualsiasi informazione o appuntamento, contattaci:

Save

Riguardo A admin

Guarda Anche

ristrutturazione casa

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018

Ristrutturazione casa: le detrazioni fiscali del 2018 La legge di bilancio, ha prorogato al 31 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *