Home / Archittetture / 9 curiosità architettoniche che non sapevi sul Colosseo

9 curiosità architettoniche che non sapevi sul Colosseo

9 curiosità architettoniche che non sapevi sul Colosseo

Entrato a far parte dell’elenco delle 7 meraviglie del mondo moderno nel 2007, nonostante nei secoli abbia perso più di un pezzo per strada, il Colosseo venne commissionato dall’imperatore Vespasiano intorno al 70-72 d.c. come un vero e proprio dono per il popolo romano.

Il colosseo che vediamo oggi infatti, non rappresenta che 1/3 della costruzione d’origine. Nonostante le sue rovine, o forse proprio per questo, non ha mai smesso di essere il simbolo  della lunga e tumultuosa storia romana, colma tutt’oggi di mistero e curiosità.

Ma siete sicuri di sapere tutto su questa meraviglia? ecco 9 curiosità sul monumento più famoso dell’Italia.

1. DIMENSIONI “COLOSSALI”

Come sicuramente saprai, il colosseo è una figura ellittica di 189 metri (100 in meno della Costa Concordia) e largo 156 metri, su una superficie di 24000 mq con un’altezza di più di 48 metri. Il monumento offre 80 ingressi e in passato ospitava sui 50 mila spettatori.

2. I LAVORI

Quanto tempo hanno impiegato per costruirlo? poco più di 5 anni: dal 75 all’80 d.c. e solo per la parte esterna sono stati utilizzati più di 100 mila metri cubi di travertino.

3. UN MISTERO NEL NOME

All’inizio il Colosseo si chiamava Anfiteatro Flavio (costruito da Vespasiano e Tito della dinastia Flavia). Il nome che consociamo è arrivato solo nel Medioevo. La teoria più accreditata è che si chiami così perchè costruito nei pressi della statua del “colosso” di Nerone, a pochi metri dall’anfiteatro.

Altri pensano derivi dalla posizione, perchè sorgerebbe su un colle dove un tempo si trovava il tempio di Iside ( da cui Collis Isei).

Inoltre c’è addirittura una leggenda nera che narra fosse un tempio pagano, in cui si adorava il demonio. E alla fine di ogni cerimonia i sacerdoti chiedevano agli adepti: ” Colis Eum?” ovvero “adori lui?”.

4. SENZA IL COLOSSEO NON ESISTEREBBERO MOLTI EDIFICI STORICI

Lo sapevi che il marmo della facciata e di alcune parti interne del Colosseo sono stati utilizzati per la costruzione della Basilica di San Pietro e anche per edifici civili come Palazzo Barberini?

5. FAMA SINISTRA

Nel periodo dei gladiatori, il Colosseo si guadagnò anche una fama alquanto sinistra, al punto di essere considerato come una delle 7 porte dell’inferno.

Si narra che in loco si tenessero rituali propiziatori, utilizzando proprio il sangue dei morti dell’arena (decine di migliaia).

Nel medioevo poi, bande di briganti lo utilizzavano per seppellire le vittime.

Nel 500 fu preso di mira dai maghi e stregoni che pare apprezzassero le erbe dai poteri magici che crescevano tra le sue rovine.

6. COME LA GIUNGLA

Strano eppure vero: più di 350 specie diverse di piante sono cresciute tra le rovine del Colosseo, alcune anche di origine esotica.

7. IL COLOSSEO COME PISCINA

Pensate che al suo interno si tennero anche le nauromachie, rappresentazioni di battaglie navali in acqua che purtroppo non ebbero lo stesso successo dei gladiatori.

Secondo il docente di ingegneria civile ed ambientale all’Università di Edimburgo Martin Crapper, l’acqua scorreva tramite una serie di pozzi interni e tubazioni al di sotto delle turbine: erano necessarie 7 ore per riempire l’arena.

8. VENIVA RICOPERTO DA UNA GRANDE TENDA SOLARE

Nelle giornate di sole, il Colosseo veniva ricoperto da un velario formato da circa 80 vele triangolari, controllate da 320 funi di sostegno. Tutto questo per evitare le insolazioni degli spettatori durante gli spettacoli di mezzogiorno.

9. IL PROTAGONISTA

Sicuramente questo lo saprai: il Colosseo è stato il set di numerosi film MA il film che ne ha celebrato la fama in tutto il mondo non è stato girato li: il Gladiatore.

A causa di una serie di intoppi, hanno spinto il regista Ridley Scott a girare alcune scene nell’anfiteatro romano di El Jem in Tunisia e a ricostruirne uno a Malta, dove è stato realizzato in 19 settimane e solo in parte: il grosso è stato ricreato al computer.

Riguardo A admin

Guarda Anche

caratteristiche antisismiche

Come funzionano gli edifici antisismici?

Come funzionano gli edifici antisismici? Per saper progettare è necessario conoscere come funziona un edificio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *