Home / costruzione / Come rendere la tua casa antisismica e sicura
costruzione casa antisismica

Come rendere la tua casa antisismica e sicura

Come rendere la tua casa antisismica e sicura

In Italia, con edifici costruiti prima del 1974, quando sono entrate in vigore le prime norme antisismiche, almeno 3 milioni di costruzioni sono a rischio anche per eventi sismici di piccola entità. Per questo siamo più esposti ai terremoti, anche quelli meno “pericolosi”.

E’ importante essere a conoscenza che, il nostro Paese è stato classificato a zone in base a quanto è pericoloso dal punto di vista sismico: sono 4 le zone fino ad oggi individuate in cui si possano verificare eventi sismici più o meno rilevanti:

  • zona 1: in questa zona sono possibili terremoti fortissimi, quindi si tratta della zona più pericolosa per l’incolumità delle persone e degli edifici
  • zona 2: è la zona in cui possono verificarsi terremoti forti
  • zona 3: qui i terremoti possono verificarsi ma quelli forti sono piuttosto rari
  • zona 4: questa è la zona meno pericolosa, perché è raro ci sia un sisma

I materiali utilizzati per la costruzione casa antisismica

Per rispettare le norme di costruzione e soprattutto fare in modo che la casa non crolli durante un evento sismico, è necessario utilizzare materiali di eccellente qualità.

I materiali con cui solitamente vengono costruiti questi edifici sono: cemento armato, legno, acciaio e muratura.

Gli edifici antisismici possono essere costruiti in cemento armato o calcestruzzo in cui vengono annegate barre di acciaio, opportunamente dimensionate.

L’acciaio utilizzato deve essere inossidabile e le barre devono avere un diametro minimo di 5 mm, il cemento invece dovrà avere una resistenza maggiore, a seconda della zona sismica.

Un altro materiale utilizzato è il legno le cui caratteristiche sono flessibilità e leggerezza.

Molto diffuse oggi sono infatti le strutture prefabbricate in legno, le quali consentono la costruzione di edifici resistenti ai terremoti, anche di diversi piani e allo stesso tempo eco sostenibili.

Anche l’acciaio, con la sua duttilità, flessibilità e la possibilità di riciclaggio, è ottimo per la costruzione casa antisismica.

Infine, un altro materiale è la tradizionale muratura, studiata ovviamente nel rispetto della pericolosità delle zone antisismiche.

Studio Pulga, svolge un ruolo fondamentale nella costruzione casa antisismica, ovvero la progettazione della pianta degli edifici: per resistere alle onde sismiche è infatti opportuno che essa sia perfettamente regolare e compatta rispetto alle due direzioni ortogonali: l’altezza deve rispettare precisi limiti  che variano appunto a seconda del grado di pericolosità della zona sismica.

Ed ora passiamo al punto che interessa sicuramente molte persone…

Quanto costa la costruzione casa antisismica?

Il costo di questo edificio, ovviamente è superiore fino al 30% respetto ad una costruzione tradizionale.

Naturalmente l’investimento, prima di tutto è di fondamentale importanza per l’incolumità degli abitanti, inoltre, il prezzo risulterà ammortizzato a fronte di eventuali spese per eventuali riparazioni o nel caso più estremo, di ricostruzioni dovute a danni del terremoto.

Con l’esperienza maturata dalla ricostruzione case antisismiche post sisma dell’Emilia nel 2012 e della progettazione di strutture antisismiche innovative e nel pieno rispetto delle norme, Studio Ruggero Pulga è il partner ideale a cui affidarsi per la costruzione casa antisismica.

Dopo il terremoto dell’Emilia nel 2012 ha progettato una serie di edifici come case e stadi che a causa del terremoto erano stati cancellati:

Richiedi maggiori informazioni sulla costruzione casa antisismica di Studio Ruggero Pulga

 

Riguardo A admin

Guarda Anche

costruzioni zona sismica ntc 2018

Costruzioni in zona sismica: le novità delle NTC 2018

Costruzioni in zona sismica: le novità delle NTC 2018 Le regole per la progettazione delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *