Home / Archittetture / Progettazione strutture antisismiche
progettazione strutture antisismiche

Progettazione strutture antisismiche

Progettazione strutture antisismiche

La progettazione strutture antisismiche è uno dei campi in cui, l’azienda Ruggero Pulga è ormai specializzata da anni, intervenendo con i propri attrezzi, personale sempre aggiornato e le proprie idee all’avanguardia.

Che cos’è l’ingegneria sismica?

L’ingegneria sismica è un ramo dell’ingegneria civile, la quale studia qual è la risposta meccanica di ogni struttura ai sismi e tutte le metodologie o tecniche per la progettazione di costruzioni con i criteri antisismici per contrastare il rischio sismico e preservare gli edifici e la salute delle persone.

Tutte le tecniche di ingegneria sismica sono le uniche in grado di assicurare, una protezione preventiva dai danni materiali che un terremoto di piccolo o grandi dimensioni può portare.

Lo sapevi? la prima legge antisismica d’Europa nacque nel Regno di Napoli per volontà dei Borbone, subito dopo quel terribile terremoto che colpì la Calabria meridionale nel 1783.

In poche parole questi studi trattano di comprendere come le onde sismiche si propagano nel terreno e come la struttura viene influenzata da esse.

Quindi si tratta di progettare la struttura tenendo conto delle forze orizzontali indotte dalle onde sismiche.

Il fine della progettazione strutture antisismiche è quindi quella di proteggere tutti gli edifici di fronte a situazioni in cui la natura “parla” anche davanti a terremoti violenti.

Metodi per minimizzare i danni

Esistono vari metodi di progettazione strutture antisismiche in grado di minimizzare i danni, tra cui:

  • Diminuzione della massa del fabbricato.
  • Adozione di nuclei di irrigidimento come setti, vani ascensore, vani scale, che tendono ad assorbire le azioni orizzontali essendo rigidamente collegati al resto della struttura. Le masse strutturali vanno distribuite con particolare accortezza e, in fase di progettazione, occorre provvedere ad attente verifiche.
  • Adozione del criterio della gerarchia delle resistenze: si studia la struttura in modo che le cerniere plastiche si formino nelle travi prima che nei pilastri (pilastro forte – trave debole) in modo tale che il meccanismo di collasso venga attivato dopo la formazione di moltissime cerniere plastiche;
  • Progettazione accurata dei nodi strutturali, cioè delle unioni fra travi e pilastri con adeguate staffature;
  • Uso delle cosiddette catene per aumentare la resistenza della struttura;
  • Adozione di smorzatori sismici: dispositivi realizzati con materiali di “sacrificio” che vengono posti in posizioni soggette ad elevate deformazioni, ad esempio nei giunti strutturali, attenuando i movimenti ed eventualmente arrivando a rottura, pur di preservare l’integrità strutturale. Essi possono essere successivamente sostituiti.

Lo studio Ruggero Pulga, dopo il terremoto avvenuto in Emilia nel 2012, si è occupato della progettazione strutture antisismiche di alcuni edifici come:


Vuoi sapere di più sulla nostra Progettazione strutture antisismiche?

scrivici

Riguardo A admin

Guarda Anche

progettazione capannone industriale

Progettare un capannone industriale ecosostenibile si può

Progettare un capannone industriale ecosostenibile si può Progettare un capannone industriale ha origine dall’evoluzione del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *