Home / Notizie / Nuova Tate modern di Herzog & de Meuron

Nuova Tate modern di Herzog & de Meuron

La Tate Modern apre oggi la sua nuova sede a Londra, a firma di Herzog & de Meuron, affiancando ai capolavori di Picasso, Rothko e Matisse, le recenti acquisizioni provenienti da tutto il mondo. Il duo svizzero ha creato un nuovo contenitore di bellezza con 10 piani di nuovi spazi per il design, l’architettura, la fotografia e la multimedialità.

Il progetto ruota attorno alla Switch House, l’ampliamento del museo esistente, che ospita il 60% di opere in più rispetto a quelle attuali, inclusi nuovi spazi didattici e sociali, una terrazza con vista a 360° su Londra, un ristorante, un bar, negozi e una piazza sul lato sud-ovest del museo.

Il nuovo edificio dal volume piramidale sfaccettato, in vetro e mattoni, eretto accanto all’ex centrale elettrica di Bankside, diventa finalmente accessibile al pubblico.
Aumenta il volume e aumentano anche le cose da vedere perchè le acquisizioni, numerose, spaziano dalla fotografia ai film, da imponenti installazioni alle performance, con un’attenzione particolare rivolta all’arte femminile e dproveniente da Paesi lontani. Tra gli spazi più innovativi l’area sotterranea denominata Tanks, fulcro della cosiddetta live art (l’arte dal vivo), e la terrazza panoramica al decimo piano con vista mozzafiato su Londra.

b_730_738677C4-4ECB-40B3-987A-F70EADA7DF7A

I primi ad essere stati invitati sono i ragazzi delle scuole inglesi che hanno l’opportunità di vedere i nuovi spazi ieri in anteprima. Da oggi fino a domenica le porte aprono a tutti con una serie di performance dal vivo gratuite, con orario di chiusura posticipato alle 22, per un totale di tre giorni di festeggiamenti.

Alla la guida della pietra miliare della cultura britannica ci sarà Frances Morris, prima donna e primo direttore “interno”, che ci metterà ‘tate’ e cuore.

Riguardo A admin

Guarda Anche

ricostruzione antisismica

Ricostruzione antisismica: meglio prevenire che ricostruire!

Ricostruzione antisismica: meglio prevenire che ricostruire! La ricostruzione antisismica post terremoto è un po’ come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *